“F” come FAMIGLIA

La famigliaOggi più che mai in Italia si parla di famiglie; oggi più che mai l’Italia si spacca sul COSA sia una famiglia, chi possa averne diritto e chi, invece, no. Negli ultimi tempi ci si è dati tanto da fare per sparare a zero senza informarsi: dalle scritte sul Pirellone, ai biglietti di Italotreno, ai cartelli SBAGLIATO (spaventosi, lasciatemelo dire) del Circo Massimo, ai commenti sui social in cui si chiedeva a gran voce l’apertura delle gabbie dei leoni del suddetto circo. In questi giorni mi sono chiesta spesso da dove nascesse tutto l’odio sbandierato; a parte le solite (altissime) percentuali di disinformazione, penso che una delle cause principali stia nella profonda paura del non riconoscimento reciproco.

Continua a leggere

Annunci

Essere genitori: sbagliare si può, rimediare si deve!

Rieccomi qui! Dopo due settimane di riposo auto imposto anche dai media, ho deciso che fosse giunto il momento di ritornare a tediarvi con le mie riflessioni…oggi, in particolare, vorrei raccontarvi di quanto, di nuovo, il nano mi abbia messo di fronte all’evidenza pratica di ciò che è uno dei miei fondamenti teorici: i genitori sbagliano, ma devono saperlo riconoscere e porvi rimedio! Cosa è successo? niente di tragico, ma in questa estate di cambiamenti importanti, avvenuti e in vista, io e marito ci siamo “dimenticati” di avere per le mani un cucciolo di poco più di due anni e l’abbiamo tartassato di richieste un po’ troppo alte. Per fortuna lui è riuscito a farci capire che avevamo preso proprio una bella cantonata e le cose si sono risolte per il meglio.
Continua a leggere

Kit di sopravvivenza natalizio…

fa752c9916d3cf59412b42152be62e95uniqueidcmcimage1Ecco, ci siamo…ancora due giorni e poi partiranno ufficialmente le feste natalizie…già vedo bambini entusiasti all’idea di potersi svegliare dopo le 8 del mattino, niente campanelle o crisi abbandoniche all’ingresso del nido, niente rissa mattutina di suv per chi si accaparra il posto macchina più vicino all’ingresso…già, ma per noi genitori non è tutto rose e fiori! Due settimane di ferie scolastiche vogliono necessariamente dire 2 settimane di acrobazie extra per capire come e dove distribuire i nani mentre noi dobbiamo recarci al lavoro, oppure attrezzarci con una scaletta di attività da proporre per intrattenerli nei freddi pomeriggi invernali. Impazzire non è necessario, proverò a buttare giù qualche piccolo suggerimento…

Continua a leggere