Alimenti per la prima infanzia: la mia top four

pranzettiCarlotta ha quasi 7 mesi e siamo entrati nel vivo del divezzamento; con la seconda figlia ho sviluppato uno stile tutto mio: essendomi rotta le scatole dopo 5 secondi di preparare brodini, ma avendo una figlia sdentata che tende ad ingoiare qualsiasi cosa; ho deciso di fare una via di mezzo tra svezzamento normale e autosvezzamento. Di base preparo piatti di consistenza morbida e le permetto di assaggiare qualunque cosa voglia; se vedo che riesce a mangiarlo abbastanza bene (cioè non si strozza), lo inserisco nella sua dieta. Al momento mia figlia alterna vellutate di verdura (mooooolto più gustose dei brodini) a gnocchi, croste della pizza, piselli interi ecc. ecc. Poichè pur amando cucinare sono anche una mamma che lavora, non mi vergogno di dire che ricorro anche agli alimenti per l’infanzia quali farine precotte e omogeneizzati (provate voi a star lì a sezionare petti di pollo/pesce/carni varie per ottenere porzioni da 40g da lessare e omogeneizzare…non vi passa più!); in questo articolo vorrei paragonare le 4 marche che uso più di frequente, presentandovi pregi e difetti.

Linea CRESCENDO COOP

Indubbiamente la migliore provata fino ad ora! I prodotti sono tutti di origine biologica certificata, non vi sono aggiunte di sale o conservanti strani e hanno un ottimo sapore! Le farine hanno una bellissima consistenza, messe nel brodo e nelle vellutate non fanno grumi e mandano un profumino molto invitante. Gli omogeneizzati sono saporiti e ben bilanciati, anche se c’è poca varietà di scelta e confezioni piccole (2 omogeneizzati da 80g per confezione), sia nella frutta sia nelle carni. Unico neo: si trovano solo nei supermercati Coop e se, come nel mio caso, hai vicino solo una piccola Coop Vicinato, i prezzi tendono ad essere piuttosto elevati!

Linea ESSELUNGA

Si trova al secondo posto per colpa della poca varietà dei prodotti; per quanto riguarda le farine, invece, la qualità è appena inferiore a quelle della Coop: origine biologica, cereali integrali e niente grumi! Gli omogeneizzati sono molto buoni: quelli alla frutta contengono un po’ di zucchero (ahimè, trovarne di privi è davvero difficile), ma quelli di carne NON contengono sale e hanno ottimi profumi e sapori! Peccato manchino totalmente quelli di pesce e, anche in questo caso, non vi siano confezioni risparmio.

PLASMON

Indubbiamente uno dei giganti dell’alimentazione nell’infanzia. Non c’è paragone, per quanto riguarda marketing, convenienza e varietà di scelta dei prodotti non la batte nessuno: confezioni semplici e multiple di omogeneizzati, una varietà di gusti da capogiro (ogni volta che mi trovo davanti al banco del supermercato ci perdo le mezz’ore per scegliere e trovare quelli che preferisco), confezioni risparmio per farine, pastine ecc., linee normali, linee biologiche, biscotti, merende, yogurt e chi più ne ha più ne metta. Ma non è tutto oro quello che luccica! Le farine fanno un po’ di grumi e hanno solo le tre varietà base (riso, mais e tapioca e cereali misti), in più gli omogeneizzati di frutta, le merende e i biscotti brulicano di zuccheri aggiunti. Certo anche questo fa parte delle strategie di vendita: se i prodotti sono dolci piacciono di più ai bambini e quindi le mamme li comprano più volentieri, ma lo zucchero, così come il sale, andrebbero limitati se non evitati nel primo anno di vita in modo da permettere ai bambini di apprezzare e abituarsi al sapore naturale degli alimenti e crearsi i loro gusti e anche per evitare di sovraccaricare i reni e il pancreas. Altro punto negativo sono gli omogeneizzati di pesce: se leggete le etichette non ne esiste uno che contenga solo pesce; son tutti mischiati a patate o altre verdure! Ottime le pastine con diversi formati e confezioni risparmio. Il grande vantaggio resta la massiccia diffusione nei supermercati e negozi di alimentari.

MELLIN

Questo gigante dell’alimentazione infantile proprio non riesce a conquistarmi! Le farine hanno colori brillanti e odori dolciastri, proprio come se ci fosse dello zucchero; inoltre creano parecchi grumi a contatto con brodi o latte caldo! Gli omogeneizzati di frutta sono strapieni di zucchero (anche se, recentemetne hanno iniziato a pubblicizzare la produzione di omogeneizzati senza zuccheri aggiunti) e in quelli di carne e pesce c’è il sale; la cosa buona è che in quelli di pesce non ci sono altre verdure se non quelle usate per il brodo vegetale. Buona la varietà di gusti e prodotti di frutta e merende varie, anche se il quantitativo di zuccheri è davvero elevato; buona anche la qualità delle pastine.

Una piccola citazione va ai prodotti Humana; non rientrano nella classifica perché sono difficili da trovare e hanno costi spropositati, ma la qualità e l’originalità dei suoi prodotti è davvero alta; basti pensare che nelle farine si trovano anche i gusti avena e grano saraceno…ovviamente tutti integrali!

Questa è la mia top four; come avete notato non ho parlato di latti di crescita e di proseguimento per due semplici motivi: non li uso e ritengo che la scelta di un sostitutivo del latte materno non debba essere fatta leggendo un blog, ma vada discussa con il proprio pediatra di fiducia.

Annunci

4 thoughts on “Alimenti per la prima infanzia: la mia top four

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...