Candida neonatale: mughetto e dermatite da pannolino

Nei piccolini c’è un malessere piuttosto diffuso e fastidioso: l’infezione da candida albicans! Mia figlia Carlotta se l’è presa piuttosto di recente e, dato che siamo fortunelli, abbiamo avuto entrambi gli sfoghi: sederino e bocca. A parte le gioie di avere un neonato infastidito dalle vescichette e dall’irritazione, questo disturbo, che dipende da uno squilibrio della flora batterica intestinale che porta ad un’iper produzione della candida albicans, va curato bene per evitare recidive e per limitare nel tempo i fastidi di questo fungo. Come sempre, quando scrivo questi post, tengo a sottolineare l’importanza di non partire in quarta con le cure fai-da-te, ma di rivolgersi sempre al proprio pediatra di fiducia! Solo lui può darvi la diagnosi corretta e solo lui può darvi dosi e indicazioni terapeutiche mirate per il vostro bambino. Questo post è solo descrittivo e informativo!

Le cause della candida

Il sistema immunitario ancora immaturo dei nostri piccoli, associato alla frequente assunzione di antibiotici e farmaci a base di cortisone, periodi di intenso stress, possono causare la proliferazione della candida, batterio normalmente presente nel nostro intestino, e quindi lo sviluppo dell’infezione o nella bocca o sul sederino. In entrambi i casi si tratta di un malessere transitorio e senza grossi strascichi, ma è sempre meglio consultare un pediatra per essere sicuri di trattarlo nel modo corretto.

Il mughetto: candida in bocca

Il mughetto colpisce la bocca dei lattanti, ed è caratterizzato dalla comparsa di afte (piccole vesciche di colore bianco) in tutto il cavo orale: gengive, labbra e lingua; il bambino è irritabile e fa fatica ad attaccarsi a seno o biberon perché infastidito. Non c’è febbre!
Ci si può prendere cura del mughetto, facendo degli sciacqui con acqua e bicarbonato: inumidite una garzina e passatela in tutta la bocca . È anche possibile fare delle toccature con il Violetto di Genziana; ricordatevi, però, che macchia parecchio! Se la cosa non si risolve nel giro di 3/4 giorni, consultate un pediatra per farvi prescrivere un antimicotico adatto!

La candida sul sederino…

Gli arrossamenti del sederino sono spesso confusi con la candida; i sintomi sono simili: pelle arrossata, presenza di puntini rossi, bruciore/prurito e bimbo irritabile. La dermatite da pannolino si cura cambiando di frequente il pannolino, per evitare che feci e urina rimangano troppo a lungo con la pelle irritata, e sciacquando il sedere con acqua e bicarbonato. Solitamente, dopo aver asciugato bene il bimbo, basta l’applicazione di una pomata protettiva per un paio di giorni; qualora gli arrossamenti tardino a sparire si può usare il Canesten 2 volte al giorno. Se l’irrirazione non si risolve in pochi giorni consultate il pediatra!!

Annunci

2 thoughts on “Candida neonatale: mughetto e dermatite da pannolino

  1. Per le irritazioni della pelle è molto molto utile il tessuto dermasilk, che io conosco perchè acquisto i prodotti dermasilk per mio figlio che soffre di dermatite atopica. Funziona sia per i forti arrossamenti che gli provoca, sia contro la sensazione di prurito che è molto intensa. Sono comunque prodotti molto molto efficaci ed estremamente garantiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...