Le carte tematiche: cosa sono e a cosa servono

Uno dei vari metodi disponibili per aiutare i bambini nell’acquisizione del linguaggio sono le carte tematiche, ovvero, dei simpatici cartoncini con immagini reali di oggetti/parti del corpo/animali/ambienti della casa/azioni ecc. Queste carte possono essere utilizzate a partire dai 2 anni e sono perfette anche per i bambini con dei ritardi nello sviluppo del linguaggio o psico-motorio (inclusi grandi handicap come Sindrome di Down e Autismo; quando facevo l’educatrice di sostegno le utilizzavo tantissimo). Se ne trovano in commercio di già pronte, ma è anche molto semplice crearsele in casa propria!

COME COSTRUIRLE

Vi sono due metodi molto semplici per costruirle:

1) METODO ARTIGIANALE: procuratevi dei cartoncini di colore neutro, potete utilizzare anche lìinterno di scatole di scarpe/scatole dei cereali ecc. e ritagliateli in quadrati 10×10 cm circa. Ritagliate da giornali, campionari, cataloghi di supermercati ecc. tutte le immagini che ritenete utili, facendo bene attenzione a non lasciare elementi di contorno (prezzi, sfondi ecc.) e incollatele su vostri cartoncini. Scrivete il nome dell’oggetto subito sotto l’immagine; il mio consiglio è quello di scrivere l’iniziale in un colore differente (ROSA per le consonanti, BLU per le vocali). Utilizzate lo stampatello maiuscolo o minuscolo, poiché sono i caratteri che si trovano più comunemente nella realtà di tutti i giorni. Se credete potete plastificare le vostr carte ricoprendole con delle pellicole adesive facilemente reperibili in cartolerie e colorifici.

2) METODO SMART: Scaricate da internet le immagini relative alle categorie da voi scelte, trasferitele in WORD scrivendo il nome sotto ogni immagine (vi consiglio il Century Gothic come font), sempre differenziando il colore dell’iniziale. Stampate, ritagliate e plastificate.

Volendo se ne trovano anche di molto ben fatte su alcuni siti internet; in fondo all’articolo vi metterò alcuni esempi da scaricare.

A COSA SERVONO

Le carte tematiche hanno molteplici utilizzi e sono assolutamente versatili e adattabili alle diverse età. Il loro scopo primario non è insegnare a leggere o a scrivere, ma ad ampliare il linguaggio del bambino e a comunicare attraverso un canale semplice e immediato come le immagini. L’idea è quella di partire da oggetti che il bambino già conosce e che sono di uso comune; proprio per questo è importante non utilizzare disegni o fumetti, ma immagini che rappresentino la realtà. Il fatto poi che vi sia il nome scritto sotto, inizierà ad avvicinarlo alla letto-scrittura, ma in modo assolutamente ludico e senza forzare nulla. Riassumendo, le carte tematiche sono un ottimo modo per:

  • Distinguere i colori, i materiali, gli oggetti… Ovvero tutto quello che è raffigurato sulle carte;
  • Costruire e stimolare il dialogo tra adulto e bambino perché è bello farsi domande e descrivere ciò che si vede
  • Distinguere le lettere dell’alfabeto (del minuscolo stampato e del maiuscolo);
  • Ampliare il vocabolario, scandendo ad alta voce il nome degli oggetti rappresentati sulle carte, invitandolo a ripeterlo e ad indicare l’immagine giusta partendo dal nome.
  • Stimolare l’attenzione dei bambini

COME SI USANO

Ovviamente con il gioco…

GIOCO DELLE ASSOCIAZIONI: Sul tavolino o sul tappeto mettete da un minimo di 2 ad un massimo di 4 carte, corrispondenti alla categoria da voi scelta (es. stagioni, colori, lettere, animali della fattoria/savana ecc.); lasciate le altre coperte e impilate. Invitate il bambino a girarle una alla volta e a sistemare la carta sotto lo stimolo corrispondente (es. sotto il colore blu, mettere tutti  gli oggetti di quel colore)

GIOCO DEL RICONOSCIMENTO: mettete tre carte sul tavolo, osservatele e commentatele col vostro bambino, ricordandovi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato. Chiedete al bambino di indicarvi uno solo tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono l’rorlogio, il cane e il naso. Dove è il cane?). Per complicarlo un po’, potete cambiare di posto alle carte dopo averle descritte o, con bambini di 4 o 5 anni, partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. sempre le 3 carte di prima, chiedete “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?)

GIOCO DEL FARE E DEL TEMPO: Con bambini dai 3 anni in su, potete creare carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare del vero dietro a ciascuna e creare un bel cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?”, diviso in 3 sezioni: MATTINO; POMERIGGIO; SERA (per i bimbi delle elementari lo si può costruire anche con i giorni della settimana). Invitate il vostro bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella parte giusta del cartellone. Prima di andare a nanna potrete riguardarlo e raccontarvi insieme la giornata

https://i1.wp.com/mammaecasalinga.altervista.org/wp-content/uploads/2012/11/il-viso-300x207.jpgALCUNI ESEMPI

Vi posterò di seguito alcune delle carte tematiche presenti su un sito a cui sono molto affezionata: quello di mamma felice che ha creato una vera e propria “libreria tematica” da scaricare. Buon divertimento!

ABBIGLIAMENTO

ANIMALI DOMESTICI

ANIMALI DELLA FATTORIA

AZIONI

CARTE FONETICHE VOCALI

CARTE FONETICHE CONSONANTI

COLORI PRIMARI

LE QUATTRO STAGIONI

Annunci

2 thoughts on “Le carte tematiche: cosa sono e a cosa servono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...