Vaccinazioni dei bambini: pro, contro e falsi miti

Le vaccinazioni sono un argomento assolutamente discusso e controverso: chi sostiene che siano tutte macchinazioni delle case farmaceutiche, chi sostiene che non se ne possa fare a meno e, persino, chi sostiene che causino l’autismo (teoria del 1998 del medico inglese Wakefield, radiato dall’ordine dopo che venne dimostrato che i dati della sua ricerca erano stati manipolati e ritoccati ad arte; oggi questo signore si occupa di UFO…ho detto tutto). Tutto questo continuo scontro di opinioni ha portato ad una progressiva diminuzione dei bambini vaccinati e alla conseguente riemersione di malattie infettive quasi del tutto estinte in Europa e Stati Uniti; solo nell’utlimo anno, nel Regno Unito, si sono verificati 2000 nuovi casi di morbillo (malattia che può arrivare anche a trasformarsi in encefalite)… e quindi? vaccini sì o no? premesso che non sono un pediatra, proverò a fare chiarezza, riportando dati e spiegazioni che ho ottenuto da articoli e specialisti del settore. Come sempre, essere a diposizione di tutte le informazioni ppossibili non può che aiutare a dipanare i dubbi e a scegliere più serenamente se e come vaccinare i propri figli.

Mancanza di informazioni e paure da mamma

Quando il nostro cucciolo compie 2 mesi, ecco che in casella spunta una bella letterina in cui l’ASL ci convoca per la vaccinazione ESAVALENTE (difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite ed Haemophilus influenzae tipo b) e ai 12 mesi la fantastica MPR (morbillo, parotite, rosolia); la prima cosa che fanno tutti i genitori, me compresa, è andare a leggere i possibili effetti collaterali sia del vaccino sia della malattia e c’è da farsi venire i capelli bianchi: meningiti, infiammazioni, paresi…difficile decidere quale sia il male minore! Chiedere ai perdiatri, alle volte, non è esaustivo perché la risposta più comune è: “lo vaccini, così non avrà problemi all’asilo nido”. Non è, esattamente, quello che ci si vuole sentir dire! Per prima cosa va specificato che l’articolo 32 della nostra costituzione prevede che nessuno possa essere obbligato a sottostare ad un trattamento sanitario, a meno che non sia dimostrabile la sua pericolosità sociale; questo vuol dire che I VACCINI NON SONO OBBLIGATORI, ma fanno parte della LEA (livelli essenziali di assistenza) per cui vengono offerti gratuitamente dallo stato alla popolazione. Detto questo, rimane vero il fatto che asili nido e scuole materne private spesso rifiutano o creano grossi problemi nell’accettare bambini non vaccinati. Sugli effetti collaterali è bene tener presente che esistono e possono verificarsi (sia quelli dei vaccini, sia quelli delle malattie) e che, in entrambi i casi non vanno sottovalutati! Se è vero che la diffusione dei vaccini ha portato, nei decenni, alla progressiva riduzione (ed eliminazione in alcuni casi) di malattie infettive e del tasso della mortalità infantile, è altrettanto vero che si tratta sempre e comunque di farmaci la cui nocività può anche essere legata alla naturale intolleranza ad alcuni componenti, quindi non è vero che siano assolutamente innocui, tanto quanto non è vero che siano la causa di tutti i mali del mondo! Per chi sceglie di non vaccinare, ecco un opuscolo dell’OMS (Ordine Mondiale della Sanità) sul come comportarsi per favorire la sicurezza della propria famiglia.

Se scegli di non vaccinare

Mercurio, colture e altro

Fino agli anni ’90 erano 2 le cause principali dei principali effetti collaterali dei vaccini: la presenza di tiomersale (derivato del mercurio) e il fatto che la maggior parte dei vaccini con virus attivo (es. poliomelite, morbillo ecc.) venissero coltivati in albume di uovo che, come si sa, è uno dei principali allergeni che possono scatenare reazioni anche importanti nei bambini al di sotto dell’anno. Dimostrata l’alta nocività di questi componenti, l’OMS ne ha imposto il ritiro e la modifica; da allora tutti i vaccini vengono coltivati in preparati sintetici e assolutamente sterili e il tiomersale è stato assolutamente abolito. Per poter garantire la maggior sicurezza possibile dei vaccini, sono state stanziate delle normative rigidissime di controllo sulla produzione dei vaccini che sono state diffuse e rese obbligatorie a tutte le aziende farmaceutiche del pianeta. Il livello dei controlli è altissimo e puntuale, ne è la dimostrazione il ritiro di migliaia di vaccini esavalenti avvenuto lo scorso inverno su scala europea, proprio per il mancato rispetto di alcune di queste norme da parte della casa produttrice.

Scelta di cuore, ma consapevole

Come mamma ho scelto di vaccinare mio figlio sia con l’esavalente sia con l’mpr; per arrivare a questa decisione ho passato settimane a leggere articoli su internet e a discutere con un pediatra amico di famiglia. La mia decisione è derivata dal fatto che mio figlio gode di ottima salute, quindi i rischi di effetti collaterali erano ridotti al minimo; vaccinarlo mi avrebbe aiutato a preservare il suo sistema immunitario e ad evitare a noi e a lui fastidiose conseguenze legate al poter contrarre queste malattie in età più adulta, anche se questo non mi ha impedito di preoccuparmi per le lineette di febbre comparse! Nonostante la mia scelta ho diverse amiche che hanno scelto di non vaccinare, cosa che, in nessun modo, rende i loro figli meno adatti a giocare con il mio, così come la mia scelta di vaccinare il nano non mi rende un genitore sadico e poco attento nei confronti della salute di mio figlio (concetti malsani e totalmente discriminatori che molte associazioni pro e contro vaccini diffondono senza motivazione e, a mio parere, senza prima ricordarsi di accendere il proprio cervello).

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...