Si può dare il cioccolato ai bambini?

uovo-cioccolato-anteprima-Manca un mese a Pasqua e i supermercati sono già completamente affollati di uova delle più svariate dimensioni: cioccolato bianco, al latte, farcito con nocciole o riso soffiato e il classico fondente. I bambini ne vanno letteralmente pazzi, ma è qualcosa che si può dare? Al di là del buon senso, c’è qualcosa che dobbiamo sapere per poterci sentire più sicure nel comprare un uovo di una marca piuttosto che di un’altra? Proverò a riassumere cosa ho scoperto…

Quando e quale?

I pediatri sconsigliano di dare cioccolato a bambini al di sotto dei due anni, poiché il loro fegato non è ancora abbastanza maturo per poter smaltirne alcuni componenti; ad ogni modo è consigliabile cominciare con piccoli pezzetti di cioccolato fondente o al latte, ma di buona qualità (ovvero con più del 30% di cacao, secondo le norme europee) in modo da abituarlo al sapore e inserire gli altri tipi di cioccolato solo dopo i 3/5 anni. È infatti dimostrato che i cioccolati mischiati con altri elementi quali nocciole, cereali ecc. contengono una percentuale maggiore di grassi e, alla lunga, possono contribuire all’aumento del colestrolo cattivo e favorire l’obesità anche infantile. Uno studio italiano del 2003 ha, invece, dimostrato che il cioccolato fondente è quello con meno controindicazioni (anche per le mamme in gravidanza) e sembrerebbe anche favorire il buon umore e il benessere cardiaco di grandi e piccini.

Miti e leggende del cioccolato

Il cioccolato ha un alto valore nutritivo perché contiene proteine, lipidi, carboidrati, vitamine, sali minerali e altre sostanze che stimolano la produzione di serotonina , proprietà già intuita dai golosoni di tutte le epoche e attualmente dimostrabile in maniera scientifica. Nonostante questo,  le voci sul cioccolato sono sempre state contrastanti fino a creare veri e propri luoghi comuni anche sbagliati. Sfatiamoli insieme!

  • Il cioccolato fa ingrassare: il suo elevato contenuto calorico è dovuto alla presenza di grassi e zuccheri, presenti però in tanti altri alimenti. Una tavoletta da 100 grammi di fondente extra apporta 542 calorie (565 per quello al latte), mentre una porzione da 80 grammi di spaghetti al pomodoro e basilico fornisce circa 422 calorie e una fetta media di crostata con marmellata circa 550. Essendo subito assimilato il cioccolato invia al cervello un’immediata sensazione di sazietà, particolarmente utile quando si hanno le calorie contato, senza contare che il cioccolato presenta di fatto un indice glicemico relativamente basso, ossia innalza lo zucchero nel sangue in modo regolare, meno velocemente di alcune bevande e alimenti a base di zucchero o di amido facilmente digeribile.
  • CioccolatoIl cioccolato fa venire i brufoli, la carie e le allergie: studi americani tendono a sfatare queste affermazioni. L’acne è per lo più provocata da fattori ormonali e non dal consumo, a volte eccessivo, del cioccolato da parte dei ragazzi. Per quanto riguarda i denti, bisogna sapere che, al contrario, i tannini presenti nel cacao aiutino a prevenire la carie, probabilmente riducendo la crescita della placca. In ultimo bisogna sapere che, in fato di allergie, il cioccolato è solo all’ultimo posto della lista degli allergeni e che solo il 2% delle persone che soffrono già di allergie ha reazioni allergiche da cioccolato.
  • Il cioccolato aumenta il colesterolo: l’azione congiunta di burro di cacao, zucchero e latte, possiede diverse sostanze protettive, tra cui gli antiossidanti, che contribuiscono a evitare l’ossidazione del colesterolo, processo che può portare al blocco delle arterie e alla riduzione del flusso sanguigno. Non si trova traccia di colesterolo nel cacao e nel cioccolato fondente, mentre un etto di cioccolato al latte ne contiene soli 16 milligrammi. Con una tazza di cioccolata si assimilano circa 8 milligrammi di colesterolo, la stessa quantità contenuta in 100 grammi di yogurt naturale parzialmente  scremato.
  • Il cioccolato fa bene: il cioccolato possiede magnesio e teobromina; due sostanze che aiutano il nostro corpo ad affrontare i malanni tipici della stagione invernale, ma non solo! I lipidi presenti sembrano essere una cura di bellezza golosissima per la nostra pelle…ne sa qualcosa chiunque si sia sottoposto ad un goloso massaggio al cioccolato in un qualunque centro benessere!
  • Il cioccolato è eccitante: il cacao contiene caffeina e teobromina; le due sostanze, presenti in piccole dosi, hannola capacità di stimolare la concentrazione e fornire la giusta carica per mantenere o riprendere un ritmo di studio o di lavoro.
Annunci

3 thoughts on “Si può dare il cioccolato ai bambini?

  1. Buongiorno, sono una allergica al nikel e mi permetto di dire che il cioccolato, soprattutto il fondente, ne è pieno zeppo… ho un’allergia modesta (documentata) ma appena ne mangio, si vede eccome lo sfogo allergico!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...