Kit di sopravvivenza natalizio…

fa752c9916d3cf59412b42152be62e95uniqueidcmcimage1Ecco, ci siamo…ancora due giorni e poi partiranno ufficialmente le feste natalizie…già vedo bambini entusiasti all’idea di potersi svegliare dopo le 8 del mattino, niente campanelle o crisi abbandoniche all’ingresso del nido, niente rissa mattutina di suv per chi si accaparra il posto macchina più vicino all’ingresso…già, ma per noi genitori non è tutto rose e fiori! Due settimane di ferie scolastiche vogliono necessariamente dire 2 settimane di acrobazie extra per capire come e dove distribuire i nani mentre noi dobbiamo recarci al lavoro, oppure attrezzarci con una scaletta di attività da proporre per intrattenerli nei freddi pomeriggi invernali. Impazzire non è necessario, proverò a buttare giù qualche piccolo suggerimento…

Cene cenoni e grandi abbuffate

Si comincia già nelle settimane prima di Natale: cene aziendali, feste con amici, pizzate di classe o con le amiche della palestra e tra le abbuffate il freddo e i simpaticissimi virus intestinali che paiono adorare il periodo pre-natalizio è un attimo ritrovarsi con bambini e adulti alle prese con crampi addominali e digestione rallentata. Come sopravvivere? Innanzi tutto armarsi di pazienza nello spiegare ai piccoli che non è necessario mangiarsi un intero panettone per festeggiare, ma che la tattica del “assaggio di tutto un po’” è sicuramente quella più corretta; inoltre armatevi di tisane al finocchio/camomilla e bevande calde di ogni genere che aiutino la digestione e riscaldino anima e corpo dopo una battaglia a palle di neve.

Smistamento di regali e risse tra nani

Babbo Natale è sempre generoso, ma aprire tutti i regali in una volta sola e pretendere di giocare con tutto può essere deleterio per la sanità mentale di noi adulti! Permettiamo di gustarsi lo spacchettamento natalizio, ma perché non proporre una maratona di giochi che duri tutta la vacanza? Ogni giorno si sceglierà un gioco nuovo (fate a turno se avete due o più nani) da provare e da condividere, annullando per qualche mezz’ora la proprietà esclusiva del balocco. Spiegate che i giochi in scatola, ad esempio, sono per due o più giocatori…da soli non sono utilizzabili! Se avete la fortuna di andare via per qualche giorno fate selezionare PRIMA i giochi che vogliono portare in modo da farvi un idea di quanto spazio resta nel bagagliaio per i vestiti!

NatalePartenze intelligenti…o quasi

Se siete stati abbastanza fortunati sarete riusciti a programmare le vacanze invernali con un anno di anticipo e a prenotarle a prezzi stracciati…prima di partire ricordatevi di rifare il check-up di tutto ciò che vi servirà (documenti di prenotazione, carte di imbarco, passaporti, ecc), pesate anche le valigie dei bambini! sono dei maghi ad infilare giochi negli anfratti più impensabili, ma se non volete pagare più di extra che di viaggio vi conviene controllare. Assicuratevi che la struttura contempli attività e attrezzature per nani e di che genere in modo da non trovarvi impreparati davanti alla tombola di capodanno! Se vi muovete in macchina pianificate per tempo le SOSTE (ogni 2 ore e mezzo circa) e controllate che il ristorantino o l’alberghetto in cui volevate fermarvi non sia chiuso per ferie!

Restiamo in città…

Se non avete ferie o se non avete prenotato in mete esotiche, vi consiglio di armarvi di santa pazienza e: curiosare sul sito del vostro comune per vedere se ci sono attività per bambini in programma (es. spettacoli teatrali, laboratori estemporanei in musei o associazioni, film per bambini, ecc.); organizzatevi con altre mamme cittadine e programmate merende e maratone di giochi a rotazione. Questo vi permetterà di intrattenere i nani, coltivare relazioni sociali, e ricavare tempo per voi; farlo “un giorno da me e un giorno da te” sarà anche un ottimo modo per far scoprire ai bambini le diversità di tradizioni che ruotano attorno a queste feste. Ricordatevi sempre che agli occhi di un bambino persino un banalissimo plaid può diventare il mantello di Mago Merlino e che la scatola delle collane della mamma non è altro che il baule del tesoro nascosto dei pirati…basta solo riaccendere la fantasia!
Dulcis in fundo…se siete totalmente nel panico non vergognatevi a supplicare nonni, vicini di casa e zii per un baby sitteraggio d’emergenza che ripagherete in elogi sfrenati e promesse di partecipare a pranzi domenicali/riunioni di condominio da qui all’eternità!

Compiti e routine

In queste feste non chiudono solo gli asili nido, ma anche elementari e medie…le famiglie si ripopolano improvvisamente e bisogna gestire anche ruoli, compiti (anche scolastici) e abitudini. Perché non farci aiutare proprio dai figli più grandi? Coinvolgiamoli nei piccoli lavori domestici e responsabilizziamoli sottolineando l’importanza del loro aiuto e del loro operato (e chi se ne importa se caricando la lavastoviglie hanno messo i piatti senza prima sciacquarli) e concediamogli anche il lusso di averci a disposizione per i loro compiti delle vacanze. Questo non vuol dire farli al posto loro, ma rendere il momento compiti qualcosa di speciale e di coinvolgente e non un obbligo da espletare entro il giorno della befana.

natale a casaSinceramente questi non sono altro che piccoli suggerimenti, mi piacerebbe tanto sapere quali siano le vostre di strategie per affrontare le vacanze…come sempre potete raccontarmele nei commenti!

Annunci

2 thoughts on “Kit di sopravvivenza natalizio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...