Olii per la pelle

L’utilizzo dell’olio dopo il bagnetto è molto diffuso; i prodotti in offerta nei supermercati e nelle farmacie sono infiniti e di marche più o meno famose. Vista la delicatezza della pelle dei nostri bambini, è spesso difficile scegliere un prodotto che sia allo stesso tempo sicuro e delicato, che lenisca le irritazioni e che prevenga l’insorgenza di prurito o fastidiose  dermatiti. Come insegnante di massaggio infantile mi capita di fare ampiamente uso di oli da massaggio per i neonati e di consigliare marche e aromi alle mamme che mi seguono; vorrei quindi condividere le tre regole d’oro che voi mamme potreste tener presente nel momento in cui andate ad acquistare i prodotti per la cura della pelle del vostro bambino. Come spesso accade, il fatto che un prodotto si associ ad una marca anche famosa non è garanzia del fatto che sia un prodotto adatto alla pelle dei più piccoli.

  1. Prediligere i prodotti poco profumati: spesso si ritiene che un olio per i massaggi o per la cura della pelle sia buono tanto più è gradevole il suo aroma; certamente anche il naso vuole la sua parte, ma non dimentichiamoci che l’olfatto dei bambini (soprattutto quelli al di sotto del primo anno di vita) è molto più sensibile del nostro e odori che a noi possono risultare gradevoli, possono essere eccessivi per il loro nasino. Controllate sempre che nelle etichette non sia segnata l’aggiunta di aromi, perché questo vorrebbe dire che il naturale profumo dell’olio scelto è stato esaltato artificialmente, oppure, che l’olio è chimico e non di origine vegetale ed è stato aromatizzato per dargli una parvenza di “biologico”. Un olio aromatizzato alle mandorle NON è un olio di mandorle!!!!
  2. Attenzione ai deirvati del petrolio: la maggior parte degli oli per bambini in vendita nelle farmacie e nei supermercati contengono, ahimè, derivati del petrolio; il più comune è la paraffina. L’olio di paraffina non è un ingrediente sebosimile, ovvero la pelle non lo riconosce, e deve il suo potere “idratante” proprio al fatto di creare un film che la ricopre impedendone la traspirazione, ovvero trattenedo i liquidi. Il problema è che la pelle dei bambini ha bisogno di traspirare! se perde troppa acqua si secca, certo, ma impedirne totalmente la traspirazione può portare a conseguenze ancor più spiacevoli. Se la pelle non riesce a scambiare acqua con l’abiente esterno c’è rischio che il ristagno di liquidi maceri le cellule dello strato più superficiale, e questo potrebbe portare anche a prurito e dermatiti. Purtroppo la paraffina è più utilizzata di quanto si pensi; se leggeste le etichette dell’olio baby Johnson’s, dell’olio Fissan, il Nivea Baby, il Bebè Confort e persino i raccomandatissimi  Humana e Mustela vi rendereste conto di quanta roba chimica finisca sulla pelle dei nostri cuccioli.
  3. Prediligete olii naturali: per far sì che il momento dell’olio sia anche nutritivo per la pelle dei bimbi è bene acquistare solo prodotti in cui vengano elencati ingredienti di origine biologica, meglio se provenienti da coltivazioni controllate (l’Unione europea è piuttosto severa su queste cose). Utilizzate Olio di mandorle dolci, olio alla lavanda e olio alla calendula; le proprietà nutritive e lenitive di questi prodottti sono un toccasana per la pelle dei nostri cuccioli e per far assorbire bene l’olio è sufficiente frizionare per qualche secondo e poi avvolgere il bambino in un panno di lino o di lana (a seconda delle stagioni). Gli olii di origine naturale possono essere usati tranquillamente anche in situazioni di lieve irritazione, quali la crosta lattea, la puntura di zanzare e la comparsa dei brufolini da “sfogo ormonale” al termine del primo mese di vita, proprio perché non coprono la pelle, ma la idratano e la ammorbidiscono. Dove trovarli? Farmacie, erboristerie, Negozi come Bottega verde o Erbolario e anche alla Prenatal. La marca migliore? La Weleda in assoluto!!!

Queste sono le “regole d’oro” che suggerisco alle mamme dei miei corsi di massaggio infantile; ma se qualcuna di voi dovesse sentirsi particolarmente creativa l’olio può tranquillamente confezionarselo in casa; ecco come:

Ingredienti:

200 ml di olio di semi di girasole (anche l’olio extravergine di oliva è ottimo, ma unge parecchio e macchia i tessuti)

5 gocce di olio essenziale che preferite: mandorla, lavanda, calendula, senape…si trovano in farmacia

1 boccetta non trasparente

Nella boccetta versate l’olio di semi e aggiungete le gocce di olio essenziale; chiudete, agitate per qualche secondo e lasciatelo riposare al buio per almeno 48 ore. Semplice, no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...